Domus Nostra

La pedagogia comprensiva di Santa Maria Eufrasia

Santa Eufrasia

In anticipo sui tempi, Santa Maria Eufrasia era consapevole della radicalità del desiderio di riconoscimento nelle dinamiche interpersonali: bisogna amare di un amore che riconosce il carattere unico di ciascuna persona e si concentra sul suo potenziale. “Abbiate un grande un rispetto le une verso le altre […] Non diminuite mai i meriti le une delle altre”.

Santa Maria Eufrasia era dotata di una grande capacità di relazione e di comprensione dell’altro. Alle novizie, nel giugno 1841, essa consiglia: ‘Avrete occasione di vedere una persona che è in agonia. Fate in modo di sapere qual è il colloquio che le piace di più: ve ne son di quelli che desiderano condividere i loro dolori, oh! Bene, allora soffrite con esse, piangete con esse…

Ma se vi accorgete che la vostra presenza le annoia, andatevene per non causare impazienza. Vi raccomando soprattutto di non fare prediche alcune alle malate. Nella loro debolezza le infastidite e lungi dal portarle a Dio, concorrerete forse ad allontanarle”.

Santa Maria Eufrasia era capace di tessere reti -ad ogni livello – tra posizioni contraddittorie e opposte esigenze; era capace di agire in situazioni che oggi, in tempi caotici e ipermoderni definiremmo complesse: “Non perdiamo mai di vista, né il bene generale del gruppo, né l’interesse particolare delle anime”.

Lo stile relazionale di Santa Maria Eufrasia invita a prendersi cura delle persone, dei servizi e dei sistemi organizzativo-istituzionali, attraverso l’attivazione di processi in cui si fanno esperienze di «bene» che, prima di essere un concetto, è un elemento vitale, decisivo, è la condizione positiva delle vite e delle nostre esistenze. C’è “bene” dove ci sono responsabilità, attenzione, riconoscimento, valore, senso, verità, solidarietà, cura, ascolto, condivisione, educazione, fiducia, dialogo, libertà, liberazione del male agito e subìto, dalla paura e dalla colpa, dedizione disinteressata, armonia e giustizia, perdono e misericordia, compassione e speranza, integrità delle persone e vera reciprocità nelle relazioni.

Di questo Santa Maria Eufrasia è stata testimone e maestra.

www.buonpastoreint.org
www.sbpitaliamalta.gssweb.org